A causa del Covid-19, sappiamo che tutti gli eventi live sono stati annullati, anche quelli formativi. Ciò non ha comunque scoraggiato gli stessi organizzatori i quali, in molti casi, sono corsi subito ai ripari trasformando i loro eventi dal vivo in eventi streaming su varie piattaforme.

D’altronde, passando anche solo qualche minuto al giorno su internet, ci si accorge subito che sono aumentati non solo gli annunci che promuovono la formazione online ma anche eventi in streaming per tutti i gusti: dalle dirette musicali ai webinar formativi in diversi settori, soprattutto nel digital marketing.

 

Una nuova proprietà per gli eventi virtuali

Insomma, molti eventi vengono ora offerti in formato virtuale, senza una sede o una location. Per i feticisti dei dati strutturati (io non sono uno di quelli, pur riconoscendone l’importanza in casi specifici), Google ha aggiunto una nuova proprietà facoltativa agli elementi Event: si tratta di organizer.

Con questa nuova proprietà, Google vuol consentire agli organizzatori di eventi di fornire maggiori informazioni ai potenziali invitati. Questa nuova proprietà, quindi, risulta importante per gli organizzatori di eventi online, che non hanno quindi una sede fisica indicata.

Sempre Google consiglia di utilizzare almeno due sottoproprietà legate a organizer: si tratta di  organizer.name e organizer.url.

 

Nuove proprietà per eventi virtuali, posticipati e cancellati

Maggiori informazioni sulla proprietà organizer e sulle altre proprietà introdotte da Google per gli organizzatori di eventi (soprattutto per gli eventi rinviati e cancellati), vi consiglio di dare un’occhiata all’articolo specifico pubblicato lo scorso 17 marzo 2020 su Google Webmaster Central Blog.